martedì 10 dicembre 2013

SPOILER ALERT -Sezione Speciale I'm Sherlocked - The Reichenbach Fall - Analisi 1-5

A pochi giorni dalla messa in onda di questa benedetta terza stagione di Sherlock, credo sia giusto fare mente locale di tutto quel che si vede in The Reichenbach Fall

Analizziamola punto per punto.

      1)  L’APERTURA E L’IMMAGINE MEDIATICA DI SHERLOCK HOLMES.

Nell'apertura di questo episodio ci viene mostrato come Holmes abbia acquistato notorietà. Ormai è famoso, finisce quasi tutti i giorni sui giornali. Sembra la fine del processo iniziato già in "A Scandal in Belgravia", quando a seguito delle numerose visite al blog di John, Sherlock diventa un fenomeno del web. In quella occasione però lui specifica che l’ultima cosa di cui ha bisogno un detective privato è diventare famoso. Qui invece sembra disinteressato al problema quando John glie lo fa notare:
  •   J:Non sei più esattamente un detective privato. Sei ad un passo dalla fama.
  •   S: passerà.
  •   J: La stampa volta sempre le spalle. E volterà le spalle anche a te.
  •   S: ti importa davvero?
  •   J: cosa?
  •   S:Quello che la gente dice
  •   J: sì
  •   S: su di me? come può riguardare te?
  •   J: cerca solo di tenere un basso profilo. Cercati un piccolo caso questa settimana e cerca di stare lontano dai giornali.
   Analisi: Sherlock asociale per natura, improvvisamente sempra quasi contento di essere al centro dell'attenzione, non si interessa di quel che John gli prospetta "La stampa ti volterà le spalle". Eppure è proprio quello che sta per succedere.


     2)      HENRY FISHGUARD E IL “ SUICIDIO MAI COMMESSO”


Prima che John e Sherlock si accorgano dei messaggi di Moriarty, vediamo Sherlock impegnato in un analisi e un manichino appeso ad un cappio nella stanza.

  • J: hai parlato a lungo con lui? (Riferendosi al manichino.)
  • S: Henry Fishguard. Suicidio mai commesso. I Bow street runner non hanno fatto caso a nulla.
  • J: un caso pressante?
  • S: sono tutti casi pressanti finchè non sono risolti. 

Analisi: Questa scena ha un risvolto sia comico che inquietante. Il risvolto comico è dovuto al fatto che Sherlock sta lavorando ad un caso vecchissimo perché cita la Bow Street Runner che è in pratica la prima forma professionale di polizia inglese fondata all’incirca nel 1749. Va bene che John gli aveva detto di tenere un basso profilo ma così forse è un po' troppo. xD
Il risvolto inquietante? Beh che all’inzio dell’episodio venga citato un caso di suicidio mai commesso ovviamente e non sottovaluterei nemmeno la presenza di un manichino.
Per la cronaca Herny Fishguard sembra essere stato inventato di sana pianta dagli sceneggiatori. Non esiste nessun archivio storico che riporta questo nome. (ah, ah sempre simpatici Moffat &Company).

3) IL PRIMO INCONTRO DI SHERLOCK CON KITTY REILLY

Nel bagno del tribunale Sherlock incontra la giornalista che si finge sua fan. Dopo averla smascherata con le sue deduzioni, la riduce in cenere, concludendo il tutto con un bel “TU MI FAI RIBREZZO.

Analisi: va bene, non ci sa far molto nei rapporti umani. L'avrà infastidito il fatto che si sia finta sua fan ma addirittura dirle che le fa ribrezzo? E l'avvertimento di John "la stampa ti volterà le spalle"? Sembra quasi che abbia voluto accelerare la cosa.


4) IL PROCESSO A MORIARTY

Dato che Moriarty scrive GET SHERLOCK sulla vetrina dei gioielli della corona, Sherlock viene chiamato a testimoniare nel suo processo e il buon John lo avverte dicendo che: farebbe meglio a non mostrarsi troppo intelligente e di essere semplice e coinciso, ma come sappiamo le cose vanno diversamente. Sherlock si mostra saccente più con mai, sia con il pubblico ministero che con il giudice, facendo il numero con la giuria e deducendo cosa fanno nella vita e finendo con il farsi spedire in cella per oltraggio alla corte.

Analisi: anche qui il suo comportamento pare del tutto esagerato e fuori luogo. Sì, ama dimostrare le sue doti deduttive, ma qui sembra mettersi in mostra quasi di proposito, quasi per colpire, ancora una volta, l'opinione pubblica.

5) MORIARTY VS SCHERLOCK: BAKER STREET

 Moriarty è giudicato innocente e Sherlock lo attende a casa sua. Di cosa parlano come prima cosa?

Di Sebastian Bach.

Analisi: Bach, guarda un po' tradotto dal tedesco all'inglese si trasforma in: BROOK.
toh,  guarda le coincidenze...

n  M: lo sai che mentre era nel suo letto di morte Bach ha sentito uno dei figli suonare una sua melodia al piano. Il ragazzo si fermò prima di finire.
n  S: e il morente saltò giù dal letto e andò a finirla.
n  M: non poteva sopportare una melodia incompiuta.
n  S. nemmeno tu, ed ecco perché sei qui.
n  M: ammettilo che sei un tantino compiaciuto.
n  S: cosa? Per il verdetto?
n  M. no,  per me di nuovo libero nelle strade

          Ed ecco che viene introdotto il tema portante di tutta la puntata.

Moriarty: OGNI FIABA HA BISOGNO DI UN CATTIVO AFFASCINANTE VECCHIO STILE

    Perché io e te siamo uguali, a parte il fatto che tu sei noioso… stai dalla parte degli angeli.
A questo punto Sherlock gli chiede come ha intenzione di fare per bruciarlo e  Moriarty risponde che quello è il problema finale.
  • M: hai capito che cos’è? Qual è il problema finale?
  • M quanto trovi difficile dire non lo so?
  • S: Non lo so ( e qui considerando la risposta di Moriarty che è “intelligente, veramente intelligente, potrebbe essere che il "non lo so" di Sherlock era inteso nel senso di “non lo so quanto è difficile dire non lo so, dato che so sempre tutto).

Poi si mettono a parlare del codice, e del fatto che la messa in scena della torre di Londra era un modo per Jim di far sapere agli acquirenti cosa era in grado di fare il codice. Qui Moriarty tamburella con le dita, cosa che Sherlock nota immediatamente. Infine parlano della caduta.
  • J: la caduta inizierà molto presto Sherlock, ma non temere cadere è come volare solo con una destinazione permanente.
  • S: non mi sono mai piaciuti gli indovinelli.
  • J: impara, perché io ti devo una caduta. Io te la devo (I own you) IOU

Analisi: Quale caduta Moriarty deve a Sherlock? In tutta la serie hanno duellato, ma Moriarty non è stato mai sconfitto. Che si riferisca alla faccenda della Adler? Grazie al telefono sbloccato da Sherlock, Mycroft pare sia arrivato a Jim, perché alla fine della seconda puntata lo vediamo rinchiuso da qualche parte.
E se invece fosse una gigantesca, geniale, citazione metaletteraria: nel canone è Moriarty a cadere, stavolta come sappiamo le parti si invertono.


TO BE CONTINUED...




Nessun commento:

Posta un commento